Riscaldamento 2018/2019: date di accensione

riscaldamento 2018

Potranno essere accesi tra pochi giorni i primi impianti di riscaldamento. Il via libera alle accensioni arriverà, in alcune aree d’Italia, a partire dal 15 ottobre 2018.

Non per tutti varrà però tale indicazione, questo in ragione della particolare conformazione del territorio italiano.

Entro lo “Stivale” sono state individuate diverse fasce climatiche, ciascuna delle quali con specifici riferimenti in termini di data di accensione stagionale, numero di ore consentito al giorno e data di spegnimento al termine del periodo invernale.

Le fasce climatiche

che regolano i termini di accensione degli impianti di riscaldamento vanno dalla A, per la quale esistono e maggiori restrizioni, alla F, per cui l’accensione è libera in qualsiasi periodo dell’anno e non è previsto un tetto limite di ore giornaliere.

Ciò ferma restando la possibilità che specifiche delibere comunali in materia di lotta allo smog stabiliscano eventuali blocchi o limitazioni straordinari.

Date di accensione

Queste le date di accensione degli impianti di riscaldamento in alcune delle maggiori città italiane:

  • Roma – L’accensione degli impianti di riscaldamento nella Provincia di Roma sarà consentita a partire dal 1 novembre 2018 e fino al 15 aprile 2019, per un limite giornaliero pari a 12 ore.
  • Milano – La Provincia di Milano potrà accendere i riscaldamenti a partire dal 15 ottobre 2018 e fino al 15 aprile 2019, per un numero massimo di ore giornaliere pari a 14.
  • Firenze – Fascia Climatica D per la Provincia di Firenze, che potrà così accendere i suoi impianti di riscaldamento a partire dal 1 novembre 2018 al 15 aprile 2019, per un massimo di 12 ore giornaliere.
  • Napoli – La Provincia di Napoli risulta inserita nella Fascia climatica C, quindi gli impianti di riscaldamento si potranno accendere dal 15 novembre 2018 al 31 marzo 2019 per un massimo di 10 ore al giorno.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *