Perché investire nei box e nei posti auto?

Box_auto

Perché investire nei box e nei posti auto?

Tra i vari segmenti che compongono il mercato immobiliare italiano, quello dei posti auto e dei box auto sembra godere di un discreto stato di salute.

E’ sufficiente dare uno sguardo all’andamento delle quotazioni nelle principali città italiane per rendersi conto come il trend di sviluppo sia di solida, solidissima, fase di consolidamento.

Stando a quanto affermano infatti i dati raccolti, nella prima parte del 2018 (ultimo periodo al quale è possibile ricondurre le statistiche più attendibili, in attesa che nei prossimi mesi vengano formulati i dati della seconda metà dell’anno e dell’intero 2018), i valori immobiliari di box e di posti auto nelle grandi città sono rimasti sostanzialmente stabili, con addirittura un incremento dello 0,2% per quanto attiene i primi.

Scendendo maggiormente nell’ambito delle maggiori realtà urbane,  i prezzi dei box sono in aumento.

Il motivo è piuttosto semplice: la ragione è da ricercarsi nel fatto che proprio nelle grandi città stiamo assistendo a una positiva generale ripresa del mercato immobiliare residenziale tale, per quanto intuibile, da trascinare al rialzo anche i prezzi di box e posti auto.

Peraltro, il concetto viene ribadito anche da uno sguardo per singole zone: i valori più alti – come era lecito attendersi – sono infatti nelle zone centrali, dove ci sono maggiori difficoltà di parcheggio e dove un posto dove poter parcheggiare il proprio veicolo è dunque un vero lusso.

Proprio qui, d’altronde, l’offerta di box è piuttosto ristretta, e molti immobili (principalmente, quelli storici) ne sono praticamente privi.

Si noti altresì che questo settore è anche uno di quelli che sta attraendo i maggiori investimenti. Il 53% di coloro che comprano lo facciano con finalità di investimento, apprezzando la buona domanda in locazione di questa tipologia immobiliare e la maggiore facilità di gestione rispetto all’abitazione.

Negli ultimi anni, infine, è risultata in leggero aumento la percentuale di coloro che acquistano rispetto a coloro che optano per la locazione.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *